Ricerca e innovazione

Ricerca e innovazioneCon l’intento di promuovere su più fronti la mobilità sostenibile, il Gruppo Fiat ha organizzato le sue attività di ricerca e di innovazione attraverso le strutture del Centro Ricerche Fiat (C.R.F.) e di Elasis.

 

Nell’ambito dell’operazione di Scissione di Fiat S.p.A., il C.R.F. ha mantenuto la sua collocazione nel perimetro del Gruppo Fiat post Scissione. Per garantire continuità nel supporto a Fiat Industrial sono stati trasferiti alcuni ricercatori impegnati su progetti specifici e sono stati stipulati contratti di servizio per il contributo alle attività di ricerca e sviluppo dei settori.

 

Elasis, essendo già coordinata in modo funzionale dai settori sulle attività di progettazione avanzata e sviluppo, ha recentemente trasferito le proprie funzioni tecniche agli stessi. La società mantiene la gestione del comprensorio di Pomigliano che continuerà a ospitare le risorse e i laboratori ceduti ai settori.

 

Le attività di sviluppo sono svolte prevalentemente nell’ambito dei settori.

 

Nel 2010 le spese complessive in Ricerca e Sviluppo1 sono ammontate a circa 1,9 miliardi di euro, pari al 3,5% circa dei ricavi netti delle Attività Industriali. A questa attività sono dedicate, complessivamente, circa 14.200 persone, distribuite in 113 centri.

(1) Include i costi per Ricerca e Sviluppo capitalizzati e quelli imputati direttamente al conto economico dell’esercizio.

 

 

© 2011 FIAT S.p.A - P.IVA 00469580013