DATI SIGNIFICATIVI

(in milioni di euro)    2010   2009 
Ricavi netti   2.415   1.580 
Utile/(perdita) della gestione ordinaria    65   (131) 
Utile/(perdita) operativa (*)    29   (191) 
Investimenti in immobilizzazioni materiali e immateriali    152   159 
di cui Costi di sviluppo capitalizzati    58   63 
Spesa complessiva per Ricerca e Sviluppo (**)    92   86 
Dipendenti a fine esercizio (numero)    7.707   7.858 
(*) Include gli oneri di ristrutturazione e i proventi (oneri) atipici. (**) Include i costi capitalizzati e quelli spesati direttamente a conto economico.

 

ANDAMENTO DELLA GESTIONE

FPT Industrial include le attività powertrain per veicoli industriali, per applicazioni industriali nelle macchine per l’agricoltura e per le costruzioni e i motori marini (attività “Industrial & Marine” del precedente settore FPT Powertrain Technologies).

 

L’andamento del settore ha beneficiato dalla ripresa dei volumi che, nel 2010, ha caratterizzato i business dei veicoli industriali e delle macchine per l’agricoltura e le costruzioni.

 

I ricavi realizzati nel corso del 2010 sono stati pari a 2.415 milioni di euro, in aumento del 52,8% rispetto all’esercizio precedente. Le vendite verso clienti esterni al Gruppo Fiat e verso joint venture, nel 2010, hanno rappresentato il 32,3% dei ricavi (32,6% dei ricavi nel 2009).

 

FPT Industrial ha venduto 423.000 unità, con un incremento del 58,1% rispetto al 2009. I motori sono stati consegnati principalmente a Iveco (per il 34%), a CNH (per il 23%) e a Sevel, la joint venture per la produzione di veicoli commerciali leggeri (per il 25%). Sono stati, inoltre, venduti 66.000 cambi (+25,0%) e 139.000 ponti e assali (+32,1%).

 

INNOVAZIONE E PRODOTTI

Il settore ha come obiettivo la progettazione e la costruzione di motori sia per applicazioni veicolari (On-Highway) sia per applicazioni industriali e agricole (Off-Highway).

 

Nell’ambito dei motori diesel per applicazioni Light Commercial Vehicles, nel corso del 2010 è proseguito lo sviluppo della famiglia di motori F1 per adeguare i motori F1A e F1C alla normativa Euro 5 Light Duty. La nuova versione F1A Euro 5, destinata ai veicoli Iveco Daily e Fiat Ducato, adotta il sistema di iniezione MultiJet II e ha potenze fino a 150 Cv. È inoltre in sviluppo una variante con sistema Start&Stop. Il motore F1C Euro 5, con potenze fino a 205 Cv, equipaggerà anche un veicolo della Mitsubishi Fuso nell’ambito degli accordi tra il settore e Daimler-Fuso. Nell’ambito di questo accordo, nel corso del 2010, è stata avviata la produzione delle varianti F1C per il mercato giapponese e per il mercato statunitense, variante, quest’ultima, che rispetta i severi
limiti di emissioni EPA10 Heavy Duty.

 

Per applicazioni off-road è proseguito lo sviluppo del motore F5C con cilindrata 3,4 litri nelle varianti fino a 55 kW, per limiti di emissioni ECE Stage IIIB/EPA Tier 4B, e fino a 86 kW per limiti di emissioni ECE Stage IIIB/EPA Tier 4A. Il motore, che verrà lanciato nella seconda metà del 2011, adotterà il sistema iniezione Common Rail, sistema di ricircolo dei gas di scarico (EGR) e un sistema di post trattamento costituito da catalizzatore ossidante e filtro per particolato o catalizzatore per particolato a seconda delle potenze dei motori. Lo sviluppo è finalizzato alle applicazioni agricole e movimento terra per CNH e ad applicazioni nell’ambito dell’accordo con Perkins Engine Company Limited.

 

Nell’ambito dei motori diesel per veicoli medi e pesanti nel 2010 è proseguito lo sviluppo dei motori NEF e Cursor con tecnologia in grado di soddisfare i futuri limiti di emissioni Euro 6. È stato completato lo sviluppo dei motori NEF 6,7 litri e Cursor 9, 10 e 13 per applicazioni off-road con impianto SCR (Selective Catalytic Reduction) per soddisfare i limiti Stage IIIB/Tier 4A per potenze superiori a 130 kW. Sono, inoltre, stati avviati gli sviluppi per adattare questi motori ai futuri limiti off-road Stage IV/Tier 4B.

 

Sono in sviluppo le nuove versioni del motore Cursor 9, dotato di turbocompressore a geometria variabile per applicazioni off-road Tier 4A per CNH, e il nuovo motore Cursor 11 mirato a equipaggiare le flotte Truck che debutterà nell’ultimo trimestre del 2012 e sarà il primo motore della famiglia Cursor per applicazioni stradali ad adottare il Common Rail come sistema di iniezione.

 

Sempre nel 2010 è stato sviluppato il nuovo motore Cursor 13 a doppio stadio di sovralimentazione con potenze di picco fino a 660 Cv per applicazioni agricole. Tale motore è equipaggiato con sistema Common Rail di nuova generazione con pressioni di iniezione fino a 2.200 bar e sistema SCR per l’abbattimento degli ossidi di azoto.

 

Nel 2010 sono avvenuti gli avvii produttivi dei motori Cursor 9, 10, e 13 Tier 4A e dei NEF 6 cilindri Tier 4A SCR per applicazioni CNH ed infine dei NEF 6 cilindri Euro 5 per Tata Daewoo.

 

Nell’ambito dei motori per applicazioni marine, nel 2010 è stata sviluppata l’evoluzione del motore C90 nella versione “pleasure” da 650 Cv, che è stata presentata al Salone di Genova a ottobre 2010. L’avvio produttivo è previsto nel marzo 2011. Nel campo delle applicazioni marine sono da segnalare le vittorie conseguite nel 2010 dall’imbarcazione RED FPT, equipaggiata con quattro motori turbodiesel FPT N67 da 600 Cv, che ha vinto la Coppa del Mondo U.I.M. Marathon e l’Harmsworth Trophy, il trofeo motonautico più antico del mondo, nonché la Cowes 100, gara di 100 miglia, e la Cowes – Torquay – Cowes di 178 miglia.

© 2011 FIAT S.p.A - P.IVA 00469580013