Mezzi e sistemi di produzione

 

Comau

DATI SIGNIFICATIVI

DATI SIGNIFICATIVI
(in milioni di euro)    2010   2009 
Ricavi netti   1.023   728 
Utile/(perdita) della gestione ordinaria    (6)   (28) 
Utile/(perdita) operativa (*)    (6)   (32) 
Investimenti in immobilizzazioni materiali e immateriali    24   13 
di cui Costi di sviluppo capitalizzati    4   2 
Spesa complessiva in Ricerca e Sviluppo (**)    12   10 
Dipendenti a fine esercizio (numero)    12.216   11.708 
(*) Include gli oneri di ristrutturazione e i proventi (oneri) atipici. (**) Include i costi capitalizzati e quelli spesati direttamente a conto economico.

 

ANDAMENTO DELLA GESTIONE

Nel 2010 il mercato di riferimento del settore si è ripreso dalla crisi finanziaria e industriale che ha colpito tutti i Paesi a partire dalla seconda parte del 2008.

 

Nei Paesi occidentali i costruttori di automobili hanno riavviato gli investimenti in vista dell’uscita di nuovi modelli nel 2011 e 2012.

 

In particolare in Nord America, in seguito alla conclusione delle procedure concorsuali di Chrysler e General Motors nel 2009, le case produttrici hanno avviato una ridefinizione degli impianti e una ripresa di progetti, funzionale all’uscita di nuovi modelli.

 

In Europa la ripresa si è concentrata soprattutto in Germania: anche in questo caso i nuovi progetti sono destinati unicamente all’uscita di nuovi modelli, mentre la capacità produttiva resta caratterizzata da un eccesso di produzione.

 

In America Latina e Cina, dove la riduzione degli investimenti era stata più contenuta, è ripreso il trend di alta crescita che aveva caratterizzato gli anni passati. Si sono quindi intensificati gli investimenti e si è incrementata l’attività di Service in Brasile e Argentina.

 

Nel 2010, l’acquisizione di ordini per le attività a commessa, pari a 952 milioni di euro, è risultata superiore dell’80% rispetto al 2009.

 

Complessivamente il 29% degli ordini delle attività a commessa è stato acquisito in Europa, il 29% in Nord America, mentre il restante 42% è stato acquisito in America Latina e Asia. La ripartizione degli ordini si presenta come segue: il 22% proviene da società del Gruppo Fiat e il 78% da altri costruttori. Al 31 dicembre 2010 il portafoglio ordini delle attività a commessa è pari a 629 milioni di euro, in aumento del 32% rispetto all’anno precedente.

 

Il Service ha beneficiato di una crescita in Brasile e Argentina, dove i livelli di attività complessivamente si sono incrementati del 42%, seguendo il trend positivo di mercato, nonché grazie all’acquisizione di nuovi contratti in settori non automotive, quali petrolifero e chimico.

© 2011 FIAT S.p.A - P.IVA 00469580013