16. Altri crediti correnti

Al 31 dicembre 2010 ammontano a 350.554 migliaia di euro con una variazione netta in aumento di 151.631 migliaia di euro rispetto al 31 dicembre 2009, e sono vantati nei confronti di:

 (in migliaia di euro)   Al 31 dicembre 2010
Al 31 dicembre 2009
 Variazione
Crediti verso imprese del Gruppo per IRES consolidata   240.192 120.755 119.437
Altri crediti verso imprese del Gruppo   217 1.070 (853)
Crediti verso l’erario per IVA   61.112 24.586 36.526
Crediti verso l’erario per IRES   46.389 49.209 (2.820)
Crediti verso l’erario per IRAP   647 1.163 (516)
Altri minori   1.997 2.140 (143)
Totale Altri crediti correnti   350.554 198.923 151.631

I Crediti verso imprese del Gruppo per IRES consolidata sono relativi all’IRES calcolata sui redditi imponibili conferiti dalle società controllate italiane nel consolidato fiscale nazionale.

 

Gli Altri crediti verso imprese del Gruppo comprendono partite varie da incassare.

 

I Crediti verso l’erario per IVA si riferiscono essenzialmente al saldo dell’IVA a credito determinato nell’ambito della liquidazione IVA su base consolidata per le società controllate italiane partecipanti alla procedura, nonché a crediti IVA di periodi precedenti, chiesti a rimborso.

 

I Crediti verso l’erario per IRES includono i crediti trasferiti a Fiat S.p.A. dalle società italiane che partecipano al consolidato fiscale nazionale nell’esercizio 2010 e negli esercizi precedenti. Al 31 dicembre 2010 i crediti chiesti a rimborso e ceduti a factor ammontavano a 25.702 migliaia di euro (25.214 migliaia di euro al 31 dicembre 2009) e sono mantenuti in bilancio, trovando contropartita nella posta del passivo Debiti verso società di factoring per anticipazioni su crediti (vedasi Nota 25), secondo quanto previsto dallo IAS 39.

 

Al 31 dicembre 2010 non risultano iscritti interessi su crediti IVA chiesti a rimborso (come pure al 31 dicembre 2009), mentre gli interessi iscritti su crediti IRES (totalmente ceduti a factor) sono pari a 2.702 migliaia di euro (2.214 migliaia di euro al 31 dicembre 2009).

 

Si ritiene che il valore contabile degli Altri crediti correnti approssimi il loro fair value.

 

Si segnala che gli Altri crediti correnti saranno esigibili per la quasi totalità entro l’esercizio successivo.

 

 

 

 

© 2011 FIAT S.p.A - P.IVA 00469580013