7. Proventi (oneri) finanziari

I Proventi (oneri) finanziari sono rappresentati da:

(in migliaia di euro)   2010 2009
Proventi finanziari   31.210 14.190
Oneri finanziari   (234.83) (144.873)
Proventi (oneri) netti su strumenti finanziari derivati   110.585 116.992
Totale Proventi (oneri) finanziari   (93.035) (13.691)

I Proventi finanziari sono rappresentati da:

 

(in migliaia di euro)   2010 2009
Proventi finanziari verso imprese del Gruppo:        
Interessi attivi su c/c Fiat Finance S.p.A.   22.938 3.427
Commissioni su fidejussioni e garanzie personali   5.255 5.440
Altri proventi finanziari   52 63
Totale Proventi finanziari verso imprese del Gruppo   28.245 8.93
Proventi finanziari verso Terzi:        
Interessi attivi su depositi bancari ed altri   6 9
Interessi attivi su crediti verso l’erario   2.963 5.134
Totale Proventi finanziari verso Terzi   2.969 5.143
Utili (perdite) su cambi   (4) 117
Totale Proventi finanziari   31.21 14.190

 

Gli Oneri finanziari sono rappresentati da:

 

(in migliaia di euro)   2010 2009
Oneri finanziari verso imprese del Gruppo:        
Interessi passivi su c/c Fiat Finance S.p.A.    -  598
Interessi passivi su finanziamenti Fiat Finance S.p.A.   224.955 124.590
Commissioni e altri oneri verso Fiat Netherlands Holding N.V.   5.808 6.255
Commissioni e altri oneri verso Fiat Finance S.p.A.   79 7
Commissioni e altri oneri verso Fidis S.p.A.   1.642 91
Interessi passivi e oneri finanziari verso altre imprese del Gruppo   119 266
Totale Oneri finanziari verso imprese del Gruppo   232.603 131.807
Oneri finanziari verso Terzi:        
Interessi passivi ed oneri per cessione crediti   847 8.778
Oneri finanziari su benefici ai dipendenti   517 1.084
Altri interessi passivi e oneri finanziari verso Terzi   863 3.204
Totale Oneri finanziari verso Terzi   2.227 13.066
Totale Oneri finanziari   234.830 144.873

I Proventi (oneri) netti su strumenti finanziari derivati sono rappresentati da un provento di 110.585 migliaia di euro (nel 2009 era stato di 116.992 migliaia di euro) e rappresentano essenzialmente l’utile derivante dalla variazione del fair value di due Equity Swap scadenti nel 2011 (a seguito di proroghe avvenute nell’esercizio) per coprire il rischio di rialzo del titolo Fiat al di sopra del prezzo di esercizio delle stock option assegnate nel 2004 e nel 2006 all’Amministratore Delegato (vedasi Nota 19). Al 31 dicembre 2010 il valore nozionale di tali Equity Swap, misurato sulla base del prezzo strike contrattuale, è pari a 203.941 migliaia di euro. Secondo i principi contabili, tali Equity Swap, ancorché stipulati con l’intento di copertura, non possono essere trattati in hedge accounting e pertanto vengono definiti strumenti finanziari derivati di negoziazione. Si precisa che, dopo la Scissione, tali Equity Swap fanno riferimento all’andamento del valore di Borsa del paniere di titoli costituito dall’azione Fiat S.p.A. e dall’azione Fiat Industrial S.p.A.

 

© 2011 FIAT S.p.A - P.IVA 00469580013