24. Fondi per benefici ai dipendenti

Le società del Gruppo garantiscono benefici successivi al rapporto di lavoro per i propri dipendenti attivi e non più attivi sia direttamente, sia contribuendo a fondi esterni al Gruppo. La modalità secondo cui questi benefici sono garantiti varia a seconda delle condizioni legali, fiscali ed economiche di ogni Stato in cui il Gruppo opera. I benefici solitamente sono basati sulla remunerazione e sugli anni di servizio dei dipendenti.

 

Le società del Gruppo garantiscono benefici successivi al rapporto di lavoro tramite piani a contribuzione definita e/o piani a benefici definiti. Nel caso di piani a contribuzione definita, il Gruppo versa dei contributi a istituti assicurativi pubblici o privati sulla base di un obbligo di legge o contrattuale, oppure su base volontaria. Con il pagamento dei contributi il Gruppo adempie a tutti i suoi obblighi. Il costo di competenza del periodo matura sulla base del servizio reso dal dipendente ed è rilevato per destinazione nelle voci Costo del venduto, Spese generali, amministrative e di vendita e Costi di ricerca e sviluppo. Nell’esercizio 2010 il costo incluso nell’Utile/(perdita) delle Continuing Operation ammonta a 937 milioni di euro (984 milioni di euro nel 2009) ed il costo incluso nell’Utile/ (perdita) delle Discontinued Operation ammonta a 443 milioni di euro (396 milioni di euro nel 2009).

 

I piani a benefici definiti possono essere non finanziati (unfunded) o possono essere interamente o parzialmente finanziati (funded) dai contributi versati dall’impresa, e talvolta dai suoi dipendenti, ad una società o fondo, giuridicamente distinto dall’impresa che eroga i benefici ai dipendenti. Tali piani prevedono generalmente l’erogazione di benefici successivamente al rapporto di lavoro e sono stati classificati dal Gruppo in funzione del beneficio che intendono garantire in: Trattamento di fine rapporto, Piani pensione, Piani di assistenza sanitaria e Altri.

 

Trattamento di fine rapporto

 La voce Trattamento di fine rapporto riflette l’obbligazione residua in capo al Gruppo relativa all’indennità riconosciuta in Italia ai dipendenti fino al 31 dicembre 2006 per le società con piu` di 50 dipendenti, accantonata nel corso della vita lavorativa per le altre, e liquidata al momento dell’uscita del dipendente. In presenza di specifiche condizioni, puo` essere parzialmente anticipata al dipendente nel corso della vita lavorativa. Trattasi di piano a benefici definiti unfunded.

 

Piani pensione

La voce Piani pensione comprende principalmente le obbligazioni delle società del Gruppo operanti negli Stati Uniti (per lo piu` relative al settore CNH - Case New Holland) e nel Regno Unito verso alcuni dipendenti ed ex dipendenti del Gruppo. Tali piani pensione prevedono, generalmente, il versamento dei contributi ad un fondo separato (trust) che amministra in modo indipendente le attività a servizio del piano. La strategia di contribuzione del Gruppo prevede generalmente l’ammontare necessario a soddisfare i requisiti minimi (funding requirement) previsti dalla legge e dai regolamenti dei singoli paesi. A titolo prudenziale il Gruppo effettua anche delle contribuzioni discrezionali aggiuntive rispetto ai minimi richiesti. Nel caso in cui i fondi siano overfunded, presentino in altre parole un surplus rispetto ai requisiti richiesti dalla legge, le società del Gruppo interessate potrebbero essere autorizzate a non contribuire al piano fino a quando tale condizione è mantenuta.

 

La strategia di investimento delle attività a servizio del piano dipende dalle caratteristiche del piano e dalla scadenza delle obbligazioni; tipicamente i piani pensione con scadenza a lungo termine sono finanziati mediante investimenti per lo piu` in titoli azionari per i quali è attesa una crescita a lungo termine che ecceda l’inflazione; quelli aventi scadenza nel medio-breve termine sono finanziati mediante investimenti in titoli a reddito fisso meno volatili.

 

Nel Regno Unito il Gruppo partecipa, tra gli altri, ad un piano pensione finanziato da diverse società del Gruppo denominato “Fiat Group Pension Scheme”.

Sulla base di tale piano pensione le società aderenti devono versare dei contributi a favore dei propri dipendenti in forza (“attivi”), pensionati (“retirees”) e di coloro che hanno lasciato il Gruppo e che non sono ancora andati in pensione (“deferred”).

 

Piani di assistenza sanitaria

 La voce Piani per assistenza sanitaria comprende il valore dei benefici, quali spese mediche ed assicurazioni sulla vita, concessi alla maggior parte dei dipendenti statunitensi e canadesi del Gruppo (per lo piu` relativi al settore CNH). Tali piani di assistenza coprono generalmente i dipendenti pensionati dopo i 55 anni di età e che abbiano maturato almeno 10 anni di servizio. I dipendenti americani e canadesi del settore Macchine per l’Agricoltura e le Costruzioni assunti dopo il 1° gennaio 2001 e dopo il 1° gennaio 2002, rispettivamente, non hanno diritto a benefici inerenti alle spese mediche o ad assicurazioni sulla vita. Sino al 31 dicembre 2006 tali piani sono stati unfunded; a partire dal 2007 il Gruppo ha iniziato a contribuire, su base volontaria, in un fondo separato ed amministrato in modo indipendente creato per finanziare i piani di assistenza sanitaria in Nord America.

 

Altri

La voce Altri comprende benefici quali il premio di fedeltà, che matura al raggiungimento di una determinata anzianità aziendale ed è liquidato generalmente all’uscita dall’azienda; per le realtà francesi si segnala l’istituto ”Indemnité de départ à la retraite”, assimilabile al trattamento di fine rapporto italiano. Tali piani sono unfunded.

 

Il dettaglio dei Fondi per benefici a dipendenti iscritti in bilancio al 31 dicembre 2010 e 2009 è il seguente:

 

 

  Al 31 dicembre 2010 Al 31 dicembre 2009
(in milioni di euro)  Continuing Operations
 Discontinued  operations  Totale 
 Totale
Benefici successivi al rapporto di lavoro:        
Trattamento di fine rapporto 
 846    208    1.054    1.086  
Piani pensione  128    475    603    611  
Piani di assistenza sanitaria  2    859    861    844  
Altri
 113    131    244    242  
Totale Benefici successivi al rapporto di lavoro  1.089    1.673    2.762    2.783  
         
Altri fondi per i dipendenti  491    285    776    504  
Altri benefici a lungo termine  124    59    183    160  
Totale Fondi per benefici ai dipendenti  1.704    2.017    3.721    3.447  
         
Attività per piani a benefici definiti  8    166    174    132  
Totale Attività per piani a benefici definiti  8    166    174    132  

La voce Altri fondi per i dipendenti rileva la miglior stima alla data di bilancio dei benefici a breve termine dovuti entro dodici mesi dalla prestazione del servizio da parte del dipendente.

 

La voce Altri benefici a lungo termine rileva l’obbligazione per quei benefici la cui erogazione avviene, durante il rapporto lavorativo, generalmente al raggiungimento di una determinata anzianità aziendale o al verificarsi di uno specifico evento e riflette la probabilità che il beneficio sia erogato e la durata per cui tale pagamento sarà effettuato.

 

La movimentazione degli Altri fondi per i dipendenti e degli Altri benefici a lungo termine nel corso del 2010 e del 2009 è stata la seguente:

(in milioni di euro) Al 31 dicembre 2009 Accantonamenti Utilizzi Variaz. area di consol. e altre variazioni Riclassifica Discontinued Operation Al 31 dicembre 2010
Altri fondi per i dipendenti  504    542    (269)    (1)    (285)    491  
Altri benefici a lungo termine  160    32    (15)    6    (59)    124  
Totale  664    574    (284)    5    (344)    615  

(in milioni di euro) Al 31 dicembre 2008 Accantonamenti Utilizzi Variaz. area di consol. e altre variazioni Al 31 dicembre
2009
Altri fondi per i dipendenti  329    363    (152)    (36)    504  
Altri benefici a lungo termine  169    11    (20)    -   160  
Totale  498    374    (172)    (36)    664  

I Benefici successivi al rapporto di lavoro e gli Altri benefici a lungo termine sono calcolati sulla base delle seguenti assunzioni:

  Al 31 dicembre 2010 Al 31 dicembre 2009
 (in %)   Italia
 Stati Uniti
Regno Unito Altri  Italia   Stati Uniti  Regno Unito  Altri 
Tasso di sconto  4,2    5,2    5,2    4,5    5,02    5,5    5,75    5,5  
Tasso tendenziale di crescita dei salari  3,26    n/a    3,5    2,2    4,02    n/a    3,5    3  
Tasso di inflazione  2    n/a    3,5    2,1    2,00    n/a    3,5    2  
Tasso tendenziale medio ponderato iniziale dei costi di assistenza medica  n/a    8    n/a    n/a    n/a    9    n/a    n/a  
Tasso tendenziale medio ponderato finale dei costi di assistenza medica  n/a    5    n/a    n/a    n/a    5    n/a    n/a  
Tassi di rendimento attesi delle attività  n/a    8    7    n/a    n/a    8    7    n/a  

I tassi di sconto sono utilizzati nella valutazione dell’obbligazione e della componente finanziaria dell’onere netto corrente. Il Gruppo ha selezionato tali tassi sulla base delle curve di rendimento di titoli a reddito fisso di elevata qualità alla data di valutazione dei piani.

 

Il tasso tendenziale medio di crescita dei costi di assistenza medica rappresenta l’incremento previsto dei costi di assistenza medica. Tale tasso è determinato dal settore Macchine per l’Agricoltura e le Costruzioni sulla base dell’esperienza specifica del settore, di consultazioni con attuari ed esperti e di vari trend, incluse le proiezioni dell’inflazione specifica nel settore dell’assistenza sanitaria derivanti dallo United States Department of Health and Human Services Healt Care Financing Administration. Il tasso iniziale utilizzato rappresenta un trend di breve periodo basato sull’esperienza recente e sulle prevalenti condizioni di mercato. Il tasso finale utilizzato è un’assunzione di lungo periodo che tiene conto dell’inflazione nei costi di assistenza sanitaria sulla base dell’andamento generale dell’inflazione, dell’inflazione incrementale medica, delle tecnologie, dei nuovi farmaci, dell’incremento della spesa pubblica, di variazioni negli utilizzi, dell’età media della popolazione e del diverso mix dei servizi medici.

 

I tassi di rendimento attesi delle attività riflettono le stime del management sull’andamento dei tassi medi a lungo termine su fondi investiti al fine di ottemperare alle obbligazioni future per benefici a dipendenti. Il rendimento atteso tiene conto delle stime dell’inflazione, del tasso di rendimento di titoli a reddito fisso e azionari, nonché della ripartizione delle attività e delle strategie di investimento, delle commissioni nei casi in cui tali attività siano gestite e dei costi di gestione. L’andamento e la correlazione dei rendimenti, le stime sugli andamenti futuri e altri rilevanti fattori finanziari sono analizzati per verificarne la ragionevolezza e la coerenza.

 

I valori esposti in bilancio per il Trattamento di fine rapporto ed i Piani pensione al 31 dicembre 2010 e 2009 sono rappresentati nella seguente tabella:

     
Trattamento di fine rapporto Piani pensione
 
Al 31 dicembre 2010 Al 31 dicembre 2009Al 31 dicembre 2010 Al 31 dicembre 2009
(in milioni di euro)  Continuing Operations    Discontinued Operations  Totale Totale  Continuing Operations    Discontinued Operations  Totale 
Totale
Valore attuale dei piani finanziati  -  -

-  
419  1.752   2.171
 1.876
Fair value delle attività  -   -  -  
-
(327)
 (1.720)  (2.047)
(1.796)
   -   - -  
92   32  124
 80
Valore attuale dei piani non finanziati  811    198    1.009    1.001    103    633    736    692  
Utili (perdite) attuariali non rilevati  35    10    45    85    (75)    (359)    (434)    (299)  
Costo relativo alle prestazioni di lavoro passate non ancora rilevato  -   -   -   -   -   -   -   - 
Attività non rilevate  -   -   -   -   -   3    3    6  
Passività netta  846    208    1.054    1.086    120    309    429    479  
                 
Valore contabile a fine esercizio:                
Passività
 846    208    1.054    1.086    128    475    603    611  
Attività  -   -   -   -   (8)    (166)    (174)    (132)  
Passività netta 846   208   1.054   1.086   120   309   429   479  

 

I valori esposti in bilancio per i Piani di assistenza sanitaria e gli Altri benefici successivi al rapporto di lavoro al 31 dicembre 2010 e 2009 sono rappresentati nella seguente tabella:

 Piani di assistenza sanitaria Altri
 
Al 31 dicembre 2010 Al 31 dicembre 2009Al 31 dicembre 2010 Al 31 dicembre 2009
(in milioni di euro)
 Continuing Operations
 Discontinued Operations  Totale Totale  Continuing Operations
 Discontinued Operations  Totale Totale
Valore attuale dei piani finanziati  - 815   815
754
-
-
-
 -
Fair value delle attività  - 
(56)  (56) (46)
-
-
-
-
   -
 759
759
 708 -
-
-
-
Valore attuale dei piani non finanziati  1    43    44    40    127    151    278    258  
Utili (perdite) attuariali non rilevati  1    49    50    86    (11)    (6)    (17)    (5)  
Costo relativo alle prestazioni di lavoro passate non ancora rilevato  -   8    8    10    (3)    (14)    (17)    (11)  
Attività non rilevate  -   -   -   -   -   -   -   - 
Passività netta  2
 859    861    844    113    131    244    242  
                 
Valore contabile a fine esercizio:                
Passività  2    859    861    844    113    131    244    242  
Attività
 -   -   -   -   -   -   -   - 
Passività netta  2    859    861    844    113    131    244    242  

Gli ammontari complessivamente rilevati a conto economico nel 2010 per i piani a benefici definiti sono i seguenti:

    Trattamento di fine rapporto Piani pensione Piani di assistenza sanitaria Altri
(in milioni di euro)  Continuing Operations
 Discontinued Operations  Continuing Operations  Discontinued Operations  Continuing Operations  Discontinued Operations  Continuing Operations  Discontinued Operations
Costo relativo alle prestazioni di lavoro correnti  -   -   10    17    -   7    7    8  
Oneri finanziari  26    6    25    120    -   44    5    6  
Rendimento atteso delle attività a servizio del piano  -   -   (20)    (115)    -   (4)    -   - 
Perdite (utili) attuariali nette rilevate  -   -   3    27    -   (2)    1    (1)  
Costo relativo alle prestazioni di lavoro passate  -   -   -   3    -   (41)    -   1  
Rettifica paragrafo 58  -   -   -   -   -   -   -   - 
Perdite (utili) su riduzioni ed estinzioni  -   -   -   -   -   -   -   (4)  
Altri oneri (proventi)  -   -   (2)    1    -   -   -   - 
Totale Oneri (proventi)  26    6    16    53    -   4    13    10  
Rendimento effettivo delle attività a servizio del piano  n/a    n/a    22    150    n/a    6    n/a    n/a  

La movimentazione del valore attuale dell’obbligazione per benefici successivi al rapporto di lavoro è la seguente:

  Trattamento di fine rapporto Piani pensione Piani di assistenza sanitaria Altri
(in milioni di euro) 2010 2009 2010
2009
2010
2009
2010
2009
Valore attuale dell’obbligazione all’inizio dell’esercizio 1.001 1.062 2.568 2.267
794 848 258 288
Costo relativo a prestazioni correnti - - 27 23 7 6 15 13
Oneri finanziari 32 55 145 142 44 52 11 14
Contributi versati dai dipendenti - - 3 4 4 3 - -
Perdite (utili) attuariali generate 45
(17) 181 255 43 (36)
13
(2)
Differenze cambio - - 128 36 64 (23) 1 -
Benefici liquidati (113)
(102) (171) (161) (59)
(51)
(32) (31)
Costo relativo alle prestazioni di lavoro passate - - 3 - (38) (10) 7 (19)
Variazione area di consolidamento 44 (2) 21 - - - 4 (1)
Perdite (utili) su riduzioni - - - 4 - 4 4 (2)
Perdite (utili) su estinzioni - - - (2) - - (2) -
Altre variazioni - 5 2 - - 1 (1) (2)
Riclassifica a Discontinued Operation (198) - (2.385)
- (858) - (151) -
Valore attuale dell’obbligazione alla fine dell’esercizio 811
1.001
522
2.568
1
794
127
258

 

Nel corso dell’esercizio 2010 le modifiche ai piani di assistenza sanitaria presentate sia nella movimentazione dell’obbligazione, sia nella composizione del costo per piani a benefici definiti, hanno riguardato principalmente i piani di assistenza sanitaria in Nord America per il settore Macchine per l’Agricoltura e le Costruzioni.

 

Le variazioni del fair value delle attività a servizio dei Piani pensione sono evidenziate nella seguente tabella:

  Piani pensione Piani di assistenza sanitaria
(in milioni di euro)  2010
 2009
 2010
 2009
Fair value delle attività all’inizio dell’esercizio  1.796
 1.554
 46
 39
Rendimento atteso delle attività a servizio del piano  135
 113
 4
 3  
Utili (perdite) attuariali generate  37
 122
 2
 6  
Differenze cambio  108
 40
 4
 (2)
Contributi versati dalla società  102
 113
 55
 48  
Contributi versati dai partecipanti al piano  3
 4
 4
 3
Benefici liquidati  (158)
 (148)
 (59)
 (51)
Variazione area di consolidamento  20    - -
-
Utili (perdite) su estinzioni
 -   (2)
-
-
Altre variazioni  4    - -
-
Riclassifica a Discontinued Operation  (1.720)
-
 (56)
-
Fair value delle attività alla fine dell’esercizio  327
 1.796
 -
46

Come descritto in precedenza, dall’esercizio 2007 il Gruppo, ed in particolare le società del settore CNH - Case New Holland, hanno iniziato a contribuire su base volontaria a un fondo separato ed amministrato in modo indipendente, creato per finanziare i piani di assistenza sanitaria in Nord America.

 

Le attività a servizio dei piani per benefici successivi al rapporto di lavoro e piani di assistenza sanitaria sono costituite principalmente da titoli azionari quotati e da titoli a reddito fisso; le attività a servizio del piano non includono azioni proprie di Fiat S.p.A. né immobili occupati o utilizzati dal Gruppo. In particolare tali attività sono così costituite:

 

  Al 31 dicembre 2010 Al 31 dicembre 2009
    Continuing  Operations    Discontinued  Operations    Totale
 Totale
Strumenti di capitale emessi da terzi  44%    40%    40%    37%  
Strumenti di debito emessi da terzi  38%    49%    47%    50%  
Immobili occupati da terzi  1%    1%    1%    1%  
Altre attività  17%    10%    12%    12%  

I tassi tendenziali utilizzati nella stima dei costi per assistenza sanitaria hanno un significativo effetto sugli importi riconosciuti nell’Utile/(perdita) delle Discontinued Operation dell’esercizio 2010. La variazione di un punto percentuale di tali tassi avrebbe i seguenti effetti:

(in milioni di euro) Incremento di un punto percentuale
Decremento di un punto percentuale
Effetto sul costo relativo a prestazioni correnti e sugli oneri finanziari  5    4  
Effetto sull’obbligazione per benefici successivi al rapporto di lavoro  78    66  

Il valore attuale delle obbligazioni per piani a benefici definiti, il fair value delle attività a servizio dei piani e lo stato dei fondi nell’esercizio corrente e nei quattro precedenti è di seguito riepilogato:

  Al 31 dicembre 2010 Al 31 dicembre 2009 Al 31 dicembre 2008 Al 31 dicembre 2007 Al 31 dicembre 2006
(in milioni di euro)  Continuing Operations   Discontinued Operations Totale Totale Totale Totale  Totale
Valore attuale dell’obbligazione:
             
Trattamento di fine rapporto di lavoro  811    198    1.009    1.001    1.062    1.133    1.362  
Piani pensione 
 522    2.385    2.907    2.568    2.267    2.730    3.107  
Piani di assistenza sanitaria  1    858    859    794    848    817    1.109  
Altri  127    151    278    258    288    279    278  
               
Fair value delle attività:              
Piani pensione 
 327    1.720    2.047    1.796    1.554    2.036    2.176  
Piani di assistenza sanitaria
 -   56    56    46    39    47    - 
               
Surplus (deficit) del piano:              
Trattamento di fine rapporto di lavoro  (811)    (198)    (1.009)    (1.001)    (1.062)    (1.133)    (1.362)  
Piani pensione
 (195)    (665)    (860)    (772)    (713)    (694)    (931)  
Piani di assistenza sanitaria  (1)    (802)    (803)    (748)    (809)    (770)    (1.109)  
Altri  (127)    (151)    (278)    (258)    (288)    (279)    (278)  

La miglior stima circa la contribuzione attesa ai piani pensione e piani di assistenza sanitaria per l’esercizio 2011 è pari a:

(in milioni di euro)    2011 
 
 Continuing Operations Discontinued Operations
Totale 
Piani pensione  4    85    89  
Piani di assistenza sanitaria  -   60    60  
Totale contribuzione attesa  4    145    149  

 

© 2011 FIAT S.p.A - P.IVA 00469580013