36. Note esplicative al Rendiconto finanziario

Il Rendiconto finanziario mostra gli impatti delle variazioni intervenute nella voce Disponibilità liquide e mezzi equivalenti nel corso dell’esercizio. In accordo con lo IAS 7 – Rendiconto finanziario, i flussi di cassa sono classificati tra attività operative, di investimento e di finanziamento. Gli effetti derivanti dalla variazione nei tassi di cambio sulle disponibilità e mezzi equivalenti sono indicati separatamente alla voce Differenze cambi di conversione.

 

Le disponibilità generate (assorbite) dalle operazioni del periodo derivano principalmente dalle attività primarie di produzione del Gruppo.

 

I flussi di cassa generati dalle cessioni di veicoli con patto di riacquisto (contratti di buy-back), al netto degli importi già inclusi nell’Utile/(perdita) dell’esercizio, sono rappresentati tra le operazioni del periodo in un’unica voce che include la variazione del capitale di funzionamento, nonché gli investimenti, gli ammortamenti e le svalutazioni. Tale voce comprende inoltre le plusvalenze e minusvalenze derivanti dalla cessione di veicoli con patto di riacquisto prima del termine del contratto e per cui non è avvenuto il ripossesso del veicolo.

 

La voce Altre poste non monetarie (89 milioni di euro nel 2010 e 114 milioni di euro nel 2009), in riferimento alle Continuing Operation, include lo storno delle svalutazioni delle attività per 134 milioni di euro (svalutazioni per 232 milioni di euro nel 2009). La voce include inoltre l’utile derivante dall’adeguamento al valore di mercato di due equity swap correlati ai piani di stock option su azioni Fiat per 107 milioni di euro (utile di 117 milioni di euro nel 2009) relativo alla valutazione a fair value degli equity swap su azioni Fiat. Con riferimento alle Discontinued Operation, la voce (Plusvalenze) minusvalenze da cessione di attività non correnti e altre poste non monetarie (192 milioni di euro nel 2010 e 254 milioni di euro nel 2009) include lo storno delle svalutazioni delle attività per 194 milioni di euro (svalutazioni per 241 milioni di euro nel 2009).

 

Complessivamente, nel 2010, per il pagamento delle imposte sul reddito al netto dei rimborsi, sono stati impiegati flussi di cassa per 724 milioni di euro (445 milioni di euro nel 2009).

 

Complessivamente, nel 2010, sono stati pagati interessi passivi per 1.727 milioni di euro e sono stati incassati interessi attivi per 1.248 milioni di euro (nel 2009 erano stati pagati interessi passivi per 1.363 milioni di euro e incassati interessi attivi per 1.051 milioni di euro).

 

Le disponibilità generate (assorbite) dalle attività di investimento rappresentano il modo in cui sono stati effettuati gli investimenti necessari al reperimento delle risorse necessarie a generare redditi e flussi di cassa futuri. Solo gli investimenti da cui scaturisce il riconoscimento di un’attività nella situazione patrimoniale-finanziaria sono classificati in tale voce del rendiconto.

 

I corrispettivi pagati e ricevuti a fronte di operazioni di acquisizione e cessione di controllate sono presentati alla Nota 35.

 

Infine, si ricorda che in data 10 giugno 2009 il Gruppo aveva acquisito, senza il pagamento di alcun corrispettivo in contanti, una partecipazione iniziale del 20% nella Chrysler: tale transazione, pertanto, non era stata inclusa nel Rendiconto finanziario 2009, salvo gli effetti relativi al pagamento degli oneri accessori alla finalizzazione dell’operazione (consulenze legali, finanziarie ecc.).

© 2011 FIAT S.p.A - P.IVA 00469580013